top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreDavide Franzago

Tra fonti e Fontane di Andreis e Barcis

Cicloescursione del 17 giugno tra le fontane che hanno ricoperto un ruolo vitale all’interno delle comunità

Le fontane hanno da sempre ricoperto un ruolo vitale all’interno delle comunità, e la necessità di procurarsi l’acqua era continua, così il luogo della fontana era molto frequentato diventando occasione di incontri e interazione sociale. Diverso il discorso delle fonti che pur in numero esiguo sono ancora presenti. Mentre l’acqua delle fontane viene trattata, quella delle fonti naturali non ha bisogno di nessun trattamento.


Si parte dal parcheggio zona Pical, sotto Andreis e percorrendo il sentiero del Dint si arriva a Barcis con visita a 4 fontane nel centro storico del paese. Si prosegue attraversando la passerella sul Cellina per inoltrarci in val Pentina e visitare una fonte naturale per poi proseguire fino all’agriturismo Pian dei Tass.


Si ritorna sul lago per visitare la strada della Forra della Valcellina fino alla Vecchia Diga. Poi, attraversando la galleria della Molassa, si salirà verso le borgata di Prapiero, di Alcheda e di Rompagnel con sosta presso le rispettive fontane.Si scende poi fino all’abitato di Andreis e presso la Fontana “di Fontana” si leggerà una poesia di Federico Tavan.

Dopo la pausa pranzo si è visitato il paese con le fontane della Piazza (con lettura di altre poesie) e di Paulon. Siamo ripartiti poi per la borgata Sott’anzas con sosta presso la fonte di acqua sorgiva e passeggiata lungo il torrente Susaibes per toccare con mano le lucide rocce della faglia Periadriatica. Siamo poi risaliti in bici fino alla frazione di Bosplans con sosta presso la fontana storica di Attila. infine rientrati al Pical scendendo per la strada sterrata della palestra di roccia.










27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page