Cerca
  • frangiacorta

Paolo Bastianello: Dardago - Capo Nord #03

Aggiornamento: 25 giu

La seconda settimana da norimberga a Lubecca




La Baviera è volata via, con le sue dolci colline e i centri storici. Paolo Bastianello viaggia veloce, macinando oltre un centinaio di chilometri al giorno e in men che non si dica attraversa Lipsia ed è già arrivato a Berlino.




"A Berlino mi fermo sicuramente due, tre giorni" assicurava prima di partire. Ma forse il dispetto di non trovare un campeggio adatto e di aver fatto chilometri prima di trovare il posto giusto... o forse l'ansia di non potersi fermare, che coglie il viaggiatore lento, che poi troppo lento non è. Così la capitale tedesca concede un giorno pieno di sosta e poi via, verso il mare del Nord. Il caldo si fa sentire anche a nord, anche se la pioggia quando arriva non perdona e se di mattina si arrivano a toccare anche i 10 gradi. La direzione è Rostock, dove forse c'è la possibilità di prendere un traghetto verso la Danimarca. La tappa di trasferimento vede una sosta a metà, sempre alla ricerca di un posto dove riposare le ossa. Con il tutto esaurito... fortunatamente un oste generoso concede le sdraio della sauna.



Gli imprevisti non mancano mai e ritornano in qualsiasi viaggio che si rispetti. Rostock sembrava dare fiducia, ma l'albergatore rivela attese interminabili per chi non ha già prenotato il traghetto. "Domani vedrò - si rassegna - ma se è così proseguo verso Lubecca, da lì la Danimarca è più vicina." Così, visto il mare, si prosegue con la sua vista a destra, cercando un mezzo accessibile per la traversata. Lubecca arriva presto e con essa la possibilità di chiudere l'avventura tedesca, per arrivare nel regno delle fiabe, dove nuvole e colori lasciano incantare, come i fiori, dai colori sorprendenti.


Poco più di un paio di settimane e Italia, Austria e Germania sono archiviate, forse ... per il viaggio di ritorno. Il vento soffia spesso forte, verso il mare, a volte si fatica, a volte si raggiungono i 30 chilometri orari, nonostante i quasi 30 chili di bagagli. Incontri inaspettati, un giornalista brasiliano che corre anche lui verso il Nord, con una camera in testa che registra le immagini più belle. Sbarcati in Danimarca si prosegue verso la capitale, con sosta a Køge, giusto una quarantina di chilometri da Copenaghen: "mi fermerò almeno tre giorni"... chissà se sarà vero!



219 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti