top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreDavide Franzago

LETTERA FIAB AI CANDIDATI FRIULI VENEZIA GIULIA

La dieta del traffico (-20%) e una mobilità più a misura di persona.


Il coordinamento delle associazioni FIAB in Friuli Venezia Giulia ritiene che le priorità da

affrontare nella nostra regione siano:

1. La qualità dell’aria

2. La sicurezza sulle nostre strade

3. La salute e il benessere delle persone

4. Il risparmio energetico (utilizzo responsabile delle risorse)

5. La ridistribuzione equa dello spazio pubblico (al centro la persona)


Più in particolare:

l'inquinamento dell'aria, in ambito urbano richiede l'adozione di politiche, piani ed azioni

concrete per ridurre l'uso del mezzo privato a motore e promuovere la mobilità attiva a

piedi, in bicicletta ed il trasporto pubblico;

la sicurezza stradale e l'incidentalità che coinvolge in ambito urbano pedoni e ciclisti con

12 morti e 1724 feriti e complessivamente 44 morti e 4402 feriti per incidenti stradali in

regione nel 2021 (dati ISTAT) richiede azioni efficaci, atte a ridurre questa strage

quotidiana.

• la crescente sedentarietà, cui sono legate tante patologie e il conseguente aumento della

spesa sanitaria richiede azioni volte al cambiamento nei cittadini, di abitudini e

comportamenti consolidati ma nocivi alla salute. Nel FVG solo il 30% delle persone tra i 18

e 69 anni ha uno stile di vita attivo e il 25% dei bambini dai 6 ai 10 anni è sovrappeso.

Il territorio del Friuli Venezia Giulia ha bisogno di soluzioni concrete OGGI e la bicicletta ha

ampiamente dimostrato di essere una soluzione efficace che porta risultati in tempi brevi. La

Regione autonoma FVG si è già espressa favorevolmente in questo senso, approvando

all’unanimità delle forze politiche l’innovativa Legge Regionale n.8/2018 “Interventi per la

promozione della nuova mobilità ciclistica sicura e diffusa”.


Per far fronte a queste criticità FIAB FVG chiede ai candidati di impegnarsi sui seguenti temi:


1. Garantire la completa realizzazione del Piano Regionale della Mobilità Ciclistica

(PREMOCI) approvato dalla Giunta regionale il 26 agosto 2022.

2. Creare un osservatorio sulla sicurezza stradale partecipato dalle associazioni ed enti

interessati e dalla polizia stradale per concertare azioni volte alla diminuzione degli

incidenti stradali che coinvolgono gli utenti deboli della strada. In particolare, attraverso

campagne di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.

3. Perseguire la realizzazione di zone 30 quale strumento per garantire la sicurezza negli

spostamenti casa-scuola e ridurre l’incidentalità nelle zone urbane dando piena

attuazione agli strumenti urbanistici esistenti

4. Sostenere economicamente comuni, enti pubblici e imprese che promuovono l’utilizzo

della bicicletta negli spostamenti casa-lavoro così come indicato dalla legge regionale

8/2018.

5. Sviluppare e diffondere la cultura del rispetto dell’ambiente e della mobilità

sostenibile tra i cittadini del Friuli Venezia Giulia, cogliendo l’opportunità nell’anno 2025 di Gorizia-Nova Gorica capitali europee della cultura per includere progetti di diffusione

transfrontaliera della cultura ambientale!


44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page